Centro Internazionale di Studi Primo Levi > Web > Italiano > Contenuti > Opera > Traduzioni > Spagnolo

Spagnolo

    Indice (TOC)
    Nessuna testata

     

     

    Copertina di “Si esto es un hombre”, Quinteto 2006

    La diffusione dell’opera di Primo Levi nella penisola Iberica ha avuto inizio solo a partire dall'anno della morte dello scrittore: era il 1987 quando, per l'editore Mario Muchnick, di Madrid, è uscito Se questo è un uomo, tradotto da Pilar Gòmez Bedate. L'anno seguente l'editrice Alianza ha pubblicato Il sistema periodico, La tregua e Storie naturali, nella traduzione della scrittrice Carmen Martìn Gaite. Sono seguiti nel 1989 Vizio di forma e Se non ora,quàndo? (tradotti da Angel Sànchez Gijon, Madrid, Alianza), I sommersi e i salvati (Pilar Gòmez Bedate, Muchnick) e Lilìt e altri racconti (Bernardo Moreno Carrillo, Barcelona, Penìnsula).

    Successivamente sono usciti La chiave a stella, trad. di Bernardo Moreno Carrillo (1990), Conversazione con Ferdinando Camon, trad. di Celia Filipetto (1996), Ultimo Natale di guerra, trad. di Miguel Izquierdo (2001), e La ricerca delle radici, trad. di Miguel Izquierdo Ramon (2004), tutti per i tipi di Muchnik. Ad ora incerta, con trad. di Maria Antonia De la Iglesia, Jesús Pardo, José L. Reina Palazón, è stata invece pubblicata da Limite, nel 2003.

    Come si vede, l'opera di Primo Levi è tradotta in castigliano con una certa completezza: mancano però le pagine sparse e il Dialogo con Tullio Regge.

    Nel 2004 le edizioni El Aleph di Barcellona hanno pubblicato in lingua castigliana, in un unico volume, la “Trilogìa de Auschwitz”, comprendente Se questo è un uomo, La tregua e I sommersi e i salvati, con una prefazione dello scrittore Antonio Munoz Molina. Lo stesso editore ha pubblicato nel 2011 L'altrui mestiere (trad. di Antoni Vilalta).

    In Argentina l’editore Leviatán ha pubblicato, nel 2000, Entrevista a sí mismo (Intervista a se stesso), tradotto da María Luján Leiva (e poi ripubblicato nel 2005); si tratta della trascrizione, a cura di Marco Belpoliti, di un’intervista rilasciata dallo scrittore alla televisione italiana nel 1982, nel corso di una visita ad Auschwitz. Per i tipi di  Libros del Zorzal è uscito nel 2006 Il dovere della memoria (l'intervista del 1983 con Anna Bravo e Federico Cereja), con traduzione di Octavio Kulesz.

    In Messico sono state proposte le traduzioni, effettuate in Spagna, di: Il Sistema periodico (Alianza Editorial Mexicana - Consejo Nacional para la Cultura y las Artes, 1990); La tregua (Muchnik – Océano, 1998); la Trilogiadi Auschwitz (2006, Oceano De Mexico); e Se non ora, quando? (Oceano De Mexico, 2008).

    Centro Internazionale di Studi Primo Levi - Tutti i diritti riservati

    Partner-Polo_del_900.png

    Powered by MindTouch Core