Centro Internazionale di Studi Primo Levi > Web > Italiano > Strumenti > News > È morto Jean Samuel, amico e compagno di deportazione di Primo Levi

È morto Jean Samuel, amico e compagno di deportazione di Primo Levi

    Indice (TOC)
    Nessuna testata

    Samuel era Pikolo, protagonista del capitolo Il canto di Ulisse di Se questo è un uomo

    L’8 settembre scorso è morto Jean Samuel. Nato nel 1922 a Wasselonne, in Belgio, era di tre anni più giovane di Primo Levi. I due si conobbero ad Auschwitz-Monowitz, dove Samuel fu deportato dopo essere stato arrestato il 2 marzo 1944, con i genitori, il fratello Pierre e altri quattro membri della famiglia, nel dipartimento francese della Lot-et-Garonne. Detentore di un diploma di chimica generale, fu assegnato al Kommando di chimica di cui faceva parte Primo Levi.
    Visse la tragica esperienza delle “marce della morte”: partito il 18 gennaio 1945, giunse al Lager di Buchenwald il giorno 26. Fu liberato l’11 aprile 1945.
    Dopo la liberazione, ritornò in contatto con Primo Levi nel 1946; rivistisi l’anno successivo, i due amici si frequentarono spesso, in Francia o in Italia.
    In Se questo è un uomo, Samuel è il “Pikolo”, ovvero il «fattorino scritturale, addetto alla pulizia della baracca, alle consegne degli attrezzi, alla lavatura delle gamelle, alla contabilità delle ore di lavoro del Kommando», protagonista del capitolo Il canto di Ulisse.
    Con Jean-Marc Dreyfus fu autore del libro-intervista Il m'appelait Pikolo. Un compagnon de Primo Levi raconte (Laffont, Paris 2007; trad. it. Frassinelli, Milano 2008).
    È disponibile on-line l’intervista che Samuel ha rilasciato per l’“Annuario 2003/2004” del Liceo Primo Levi di Montebelluna (Tv).
    Il «Times» ha pubblicato un ricordo di Jean Samuel scritto dalla biografa di Primo Levi Carole Angier: Jean Samuel. Survivor of Auschwitz who formed a close bond with Primo Levi and was immortalised in If This Is a Man, «The Times», 23 settembre 2010, p. 63.
    È disponibile on-line Jean Samuel: Auschwitz survivor who featured in Primo Levi's Holocaust masterpiece This Is a Man, il ricordo di Samuel scritto per l'«Independent» da Robert Gordon, docente di Cultura italiana a Cambridge e autore della prima Lezione Primo Levi («Sfacciata fortuna». La Shoah e il caso, Einaudi, Torino 2010).
     

    Nella sezione “Auschwitz” Alberto Cavaglion ricorda Jean Samuel.

    Centro Internazionale di Studi Primo Levi - Tutti i diritti riservati

    Partner-Polo_del_900.png

    Powered by MindTouch Core