Dialogo 1: Le parole del dolore

Il primo Dialogo si è svolto online il 16 e 17 novembre 2020 e ha avuto quale interlocutore privilegiato il Centre Primo Levi di Parigi, un’istituzione che da 25 anni è impegnata nel lavoro di cura dei torturati - in gran parte immigrati da vari paesi dell’Africa o dell’Asia - e di testimonianza sulla tortura nella società contemporanea.

In quell’occasione sono stati messi a confronto:

  • da un lato, il punto di vista che emerge da un’esperienza oramai ampiamente consolidata di lavoro concreto, capace di dire molto su come si manifesti la tortura oggi, sulle implicazioni che una realtà tanto drammatica ha nella nostra società, e su come sia possibile farvi fronte rompendo il silenzio che, tanto sul versante delle vittime quanto su quello della vita sociale, tende ad inchiodare nella sofferenza e a bloccare un’adeguata consapevolezza;
     
  • dall’altro, le riflessioni che Primo Levi ci ha proposto nella sua opera, a partire dall’esperienza del Lager ma non solo, sul tema della violenza imposta e sul dolore: si pensi ad esempio alle osservazioni sulla “violenza inutile” sviluppate ne I sommersi e i salvati.

 

Alla prima sessione, dedicata alle relazioni, sono intervenuti:

Nathalie Dollez, psicologa/psicanalista, Centro Primo Levi di Parigi

Beatrice Patsalides Hofmann, psicologa/psicanalista, Centro Primo Levi di Parigi

Fabio Levi, già docente di Storia contemporanea, Università di Torino

Guarda il video della prima sessione

 

Alla seconda, dedicata al dibattito fra operatori, esperti e studiosi con i relatori, hanno partecipato:

Roberto Beneduce, professore di Antropologia presso l’Università di Torino

Carlo Bracci, socio fondatore di Medici contro la tortura

Francesca Mannocchi, giornalista dell’Espresso

Luciana Breggia, Presidente della sezione specializzata immigrazione e protezione internazionale presso il Tribunale di Firenze

Maurizio Veglio, avvocato socio ASGI

Annalisa Camilli, giornalista di "Internazionale"

Michele Rossi, Direttore del Centro immigrazione asilo e cooperazione internazionale di Parma

Maria Bacchi, Associazione Onere della Conoscenza

 

Guarda il video della seconda sessione

Eventi

16