Pubblicazioni

Il Centro Internazionale di Studi Primo Levi si impegna a promuovere studi originali dell’opera di Primo Levi valorizzandone la ricchezza nel rapporto con i suoi pubblici e con gli sviluppi più recenti del dibattito culturale e anche per offrire un contributo di idee al mondo della scuola. Ecco l'elenco delle pubblicazioni curate dal Centro.

Una parete di sospetto. Presenze ebraiche e società piemontese a cura di Fabio Levi

Testi di: Luciano Allegra, Alberto, Cavaglion, Giancarlo Comino, Marco Francesco Dolermo, Fabio Levi, Sharon Reichel, Renata Segre, Matteo Succi

Cucire parole, cucire molecole. Primo Levi e Il sistema periodico a cura di Alberto Piazza e Fabio Levi

La chimica è stata per Primo Levi ad un tempo una scelta, abbracciata con sicura passione, e, insieme, una fonte di arricchimento destinata ad offrire contributi insostituibili a tutti gli altri ambiti di iniziativa e di riflessione, e in primo luogo all'attività di scrittore. Atti del convegno tenuto all'Accademia delle Scienze di Torino nel novembre 2017.

Dialoghi di Fabio Levi

Dialoghi: un titolo al plurale. Perché i ragazzi delle scuole, e gli altri, con cui Primo Levi ha ragionato di persona per quarant'anni sono stati innumerevoli; perché i suoi scritti hanno reso possibile uno scambio non meno intenso con un pubblico amplissimo; e poi perché il dialogo interiore fra le diverse anime che abitavano la sua mente non ha mai cessato di produrre nuove idee.

I sommersi e i salvati, edizione scolastica commentata di Primo Levi, a cura di Martina Mengoni e Roberta Mori

Primo Levi, con I sommersi e i salvati, sintesi delle riflessioni di tutta una vita sull'esperienza del Lager, si rivolgeva alle generazioni future, in particolare agli studenti. L’apparato didattico che completa questa edizione scolastica commentata prevede esercizi di comprensione, di riflessione e di approfondimento.

Lezioni Primo Levi a cura di Fabio Levi e Domenico Scarpa

Gli autori delle Lezioni Primo Levi sono: Mario Barenghi, Stefano Bartezzaghi, Anna Bravo, Massimo Bucciantini, Francesco Cassata, Alberto Cavaglion, Ann Goldstein, Robert S.C. Gordon, Fabio Levi, Martina Mengoni, Domenico Scarpa, Paola Valabrega.

Primo Levi. Figure/Figures - catalogo della mostra a cura di Fabio Levi - Guido Vaglio

Primo Levi – il testimone di Auschwitz, lo scrittore, il chimico, l’uomo di pensiero – è ancora capace di sorprenderci: questo volume ci svela, per la prima volta, le figure tridimensionali che egli realizzò, per lo più con filo di rame smaltato: figure di animali, ma non solo, intrecciate per gioco sulla base di un linguaggio compositivo chiaramente decifrabile.

«Fioca e un po' profana». La voce del sacro in Primo Levi di Alberto Cavaglion - Paola Valabrega

Quando Primo Levi entra in contatto con la scrittura biblica o, in generale, con le tradizioni del popolo ebraico la sua voce può risultare «fioca e un po' profana», come lui stesso, indirettamente, suggerisce.

Album Primo Levi a cura di Roberta Mori - Domenico Scarpa

Né biografia né saggio monografico, l’Album Primo Levi si configura piuttosto come un film documentario steso su carta.

La bella addormentata nel frigo - ebook interattivo di Primo Levi

Questo ebook multimediale permette di leggere il testo scritto e confrontarlo con l'audio del testo radiofonico e con il video del testo televisivo. Inoltre il lettore-ascoltatore-spettatore può usufruire di un ricco bagaglio di informazioni aggiuntive e documenti inerenti alla genesi del testo, alla sua struttura e alla sua lingua, alla sua ricezione.

Primo Levi e i tedeschi di Martina Mengoni

In Se questo è un uomo, Primo Levi si descrive al cospetto del tedesco per antonomasia, che compendia tutti i tedeschi: il dottor Pannwitz, che «siede formidabilmente» dietro la sua «complicata scrivania».

Fantascienza? di Francesco Cassata

Che genere di storie sono i quindici racconti fantascientifici che Primo Levi pubblicò nel 1966 sotto l'ironico titolo Storie naturali?  E come mai li firmò con lo pseudonimo Damiano Malabaila? Quali legami alla distruzione degli ebrei d'Europa?

In un’altra lingua di Ann Goldstein - Domenico Scarpa

Ann Goldstein e Domenico Scarpa, una traduttrice e uno studioso che hanno colla­borato all'impresa, dialogano su Levi e la traduzione: nel si­gnificato artigianale della parola, e nel suo senso più ampio.

Raccontare per la storia di Anna Bravo

Anna Bravo ha raccolto le narrazioni e le diagnosi etico­ politiche di Primo Levi, attraverso un'intervista del 1983, e ci racconta perché esse restino valide oggi e per ogni pre­vedibile futuro.

Perché crediamo a Primo Levi? di Mario Barenghi

Mario Barenghi esamina i meccanismi dell'organizzazione della memoria e del testo di Se questo è un uomo, tesa a trasfor­mare un trauma personale in memoria condivisa.

Rapporto su Auschwitz di Primo Levi - Leonardo De Benedetti

La prima testimonianza di Levi su Auschwitz: pubblicata per la prima volta in edizione a sé stante, offerta in esclusiva ai sostenitori del Centro Studi Primo Levi.

Primo Levi, l'amico di Bianca Guidetti Serra

L'edizione fuori commercio ripropone le parole del limmud che Bianca Guidetti Serra, amica da sempre, pronunciò per Primo nell'aprile 1987

Se questo è un uomo, a cura di Alberto Cavaglion di Primo Levi, a cura di Alberto Cavaglion

Promossa dal Centro Internazionale di Studi Primo Levi, pubblicata dall’editore Einaudi di Torino, l’edizione commentata di Se questo è un uomo a cura di Cavaglion ci offre le parole di Primo Levi accompagnandole con le loro fonti letterarie, filosofiche, religiose e figurative.

Una telefonata con Primo Levi di Stefano Bartezzaghi

Nelle opere e nei suoi incontri con altri scrittori (diretti, indi­retti o immaginari: Bartezzaghi ne inventa anche uno con Da­vid Foster Wallace), il Levi linguista e semiologo è quello che si interessa ai modi in cui possiamo dare senso a ciò che sen­so non ha, esprimere ciò che non si può, scalare l'impervio.

Esperimento Auschwitz di Massimo Bucciantini

Massimo Buccian­tini, con Esperimento Auschwitz ci presenta delle riflessioni originali sui rapporti tra esperienza vissuta, sguardo scientifico e azione morale.

Il segno del chimico. Dialogo con Primo Levi a cura di Domenico Scarpa

uno scambio intenso e unico: con il suo linguaggio nitido, ironico, aperto alle meraviglie dell’universo, Primo Levi risponde alle domande di un intervistatore informato e congeniale: gli racconta della sua vocazione scientifica, della sua vita di testimone del Lager, della sua esperienza come narratore e come tecnico di laboratorio.

Sfacciata fortuna. La Shoah e il caso di Robert S.C. Gordon

Robert Gordon rilegge l'opera di Primo Levi e altre storie della Shoah alla luce di rappresentazioni lette­rarie della Fortuna e di aspetti del moderno metodo scienti­fico