Pubblicazioni

Il Centro Internazionale di Studi Primo Levi si impegna a promuovere studi originali dell’opera di Primo Levi valorizzandone la ricchezza nel rapporto con i suoi pubblici e con gli sviluppi più recenti del dibattito culturale e anche per offrire un contributo di idee al mondo della scuola. Ecco l'elenco delle pubblicazioni curate dal Centro.

Dialoghi di Fabio Levi

Dialoghi: un titolo al plurale. Perché i ragazzi delle scuole, e gli altri, con cui Primo Levi ha ragionato di persona per quarant'anni sono stati innumerevoli; perché i suoi scritti hanno reso possibile uno scambio non meno intenso con un pubblico amplissimo; e poi perché il dialogo interiore fra le diverse anime che abitavano la sua mente non ha mai cessato di produrre nuove idee.

Lezioni Primo Levi a cura di Fabio Levi e Domenico Scarpa

Gli autori delle Lezioni Primo Levi sono: Mario Barenghi, Stefano Bartezzaghi, Anna Bravo, Massimo Bucciantini, Francesco Cassata, Alberto Cavaglion, Ann Goldstein, Robert S.C. Gordon, Fabio Levi, Martina Mengoni, Domenico Scarpa, Paola Valabrega.

«Fioca e un po' profana». La voce del sacro in Primo Levi di Alberto Cavaglion - Paola Valabrega

Quando Primo Levi entra in contatto con la scrittura biblica o, in generale, con le tradizioni del popolo ebraico la sua voce può risultare «fioca e un po' profana», come lui stesso, indirettamente, suggerisce.

Album Primo Levi a cura di Roberta Mori - Domenico Scarpa

Né biografia né saggio monografico, l’Album Primo Levi si configura piuttosto come un film documentario steso su carta.

La bella addormentata nel frigo - ebook interattivo di Primo Levi

Questo ebook multimediale permette di leggere il testo scritto e confrontarlo con l'audio del testo radiofonico e con il video del testo televisivo. Inoltre il lettore-ascoltatore-spettatore può usufruire di un ricco bagaglio di informazioni aggiuntive e documenti inerenti alla genesi del testo, alla sua struttura e alla sua lingua, alla sua ricezione.

Primo Levi e i tedeschi di Martina Mengoni

In Se questo è un uomo, Primo Levi si descrive al cospetto del tedesco per antonomasia, che compendia tutti i tedeschi: il dottor Pannwitz, che «siede formidabilmente» dietro la sua «complicata scrivania».

Fantascienza? di Francesco Cassata

Che genere di storie sono i quindici racconti fantascientifici che Primo Levi pubblicò nel 1966 sotto l'ironico titolo Storie naturali?  E come mai li firmò con lo pseudonimo Damiano Malabaila? Quali legami alla distruzione degli ebrei d'Europa?

In un’altra lingua di Ann Goldstein - Domenico Scarpa

Ann Goldstein e Domenico Scarpa, una traduttrice e uno studioso che hanno colla­borato all'impresa, dialogano su Levi e la traduzione: nel si­gnificato artigianale della parola, e nel suo senso più ampio.

Raccontare per la storia di Anna Bravo

Anna Bravo ha raccolto le narrazioni e le diagnosi etico­ politiche di Primo Levi, attraverso un'intervista del 1983, e ci racconta perché esse restino valide oggi e per ogni pre­vedibile futuro.

Perché crediamo a Primo Levi? di Mario Barenghi

Mario Barenghi esamina i meccanismi dell'organizzazione della memoria e del testo di Se questo è un uomo, tesa a trasfor­mare un trauma personale in memoria condivisa.

Rapporto su Auschwitz di Primo Levi - Leonardo De Benedetti

La prima testimonianza di Levi su Auschwitz: pubblicata per la prima volta in edizione a sé stante, offerta in esclusiva ai sostenitori del Centro Studi Primo Levi.

Se questo è un uomo, a cura di Alberto Cavaglion di Primo Levi, a cura di Alberto Cavaglion

Promossa dal Centro Internazionale di Studi Primo Levi, pubblicata dall’editore Einaudi di Torino, l’edizione commentata di Se questo è un uomo a cura di Cavaglion ci offre le parole di Primo Levi accompagnandole con le loro fonti letterarie, filosofiche, religiose e figurative.

Una telefonata con Primo Levi di Stefano Bartezzaghi

Nelle opere e nei suoi incontri con altri scrittori (diretti, indi­retti o immaginari: Bartezzaghi ne inventa anche uno con Da­vid Foster Wallace), il Levi linguista e semiologo è quello che si interessa ai modi in cui possiamo dare senso a ciò che sen­so non ha, esprimere ciò che non si può, scalare l'impervio.

Esperimento Auschwitz di Massimo Bucciantini

Massimo Buccian­tini, con Esperimento Auschwitz ci presenta delle riflessioni originali sui rapporti tra esperienza vissuta, sguardo scientifico e azione morale.

Sfacciata fortuna. La Shoah e il caso di Robert S.C. Gordon

Robert Gordon rilegge l'opera di Primo Levi e altre storie della Shoah alla luce di rappresentazioni lette­rarie della Fortuna e di aspetti del moderno metodo scienti­fico